martedì 29 aprile 2014

Maratona di S.Antonio...nuovo PersonalBest!!!

Ore 7:25 domenica mattina.
Dopo aver percorso a piedi il tragitto dall'albergo alla Stazione (circa 2 km !!) in una Padova ancora addormentata mi ritrovo con altri atleti sotto la pensilina del bus ad attendere la navetta diretta a Campodarsego, località indicata per la partenza della Maratona di Sant'Antonio.
Dopo qualche minuto inizio a scambiare qualche parola, perlopiù tiriamo giù ciascuno le previsioni sul tempo..meteorologico chiaramente..il cielo al momento è nuvoloso ma non sembra minacciare pioggia, al contrario di tutte le previsioni che davano acqua.
Ore 7:35 ancora nessuna navetta.
Nel frattempo anche altri atleti sopraggiungono ma scopriamo presto che sono iscritti alla mezza maratona che parte alle 10:30.
Succede sempre così , fino a che trovi altre persone nelle tue stesse condizioni non ti preoccupi di aver fatto qualche caxxta, e non credi di aver perso l'ultima navetta disponibile per arrivare in zona partenza!!
ore 7:45 anche se nessuno lo mostra iniziamo a preoccuparci , soprattuto anche quando colui che apparentemente sembrava l'esperto del gruppo e credeva che la Maratona partisse alle 9:30 anziché alle 8:45 come da programma!!
A quel punto un pò scocciato dalla situazione e da quella calma apparente, decido per il taxi..con un unico problema che i miei compagni di sventura sono senza portafogli!!
so capitato proprio in un bel gruppo!!
comunque il problema taxi si è risolto subito , quando l'autista ci ha detto che con lui non avremmo fatta tanta strada causa blocco della circolazione...
però almeno il tizio c'ha passato la dritta che ha svoltato la situazione critica d'empasse "Prendete il treno sono solo 2 fermate e scendete a Campodarsego"..via di corsa verso la stazione sperando in un treno !
"a che ora parte il primo treno per Campodarsego?"
"Ce n'è uno per Bassano parte alle 8:16 e alle 8:28 sta a Campodarsego" 
ok prendo il biglietto!! uff..sembra che qualcosa va per il verso giusto!!
Ci sistemiamo sul treno e attendiamo la partenza..
unica nota positiva della situazione che ho potuto approfittare del bagno pulito del treno , senza fila evitando così il classico Sebach pre gara...
Mi preparo, anche comodo stavolta, seduto sulle poltroncine , al caldo , mi cambio , spalmo un pò di balsamo sifcamina, un pò di vasellina ..insomma tutto per il meglio se non fosse che scesi dalla stazione chiaramente dovremo correre verso la partenza , inoltre c'era il problema sacca. Ormai la consegna della propria borsa alle ore 8:00 è ampiamente saltata quindi siamo decisi nel lasciare tutti insieme le sacche presso un bar o simile..
8:28 in perfetto orario scendiamo dal treno e ci troviamo in questo paesino della pianura padana con le strade desolate...in qualche modo riusciamo a sentire lo speaker alla partenza e cominciamo a correre (tanto pe cambià) , arrivati in zona partenza troviamo anche i camioncini Bartolini per lasciare la borsa...come se non fosse successo nulla!!
Start!!!Finalmente inizio a correre!!
Sto in seconda griglia ,pettorale 382 ho i palloncini delle 3:30 vicino, l'obiettivo è tenerli più a lungo possibile.
E' la prima volta che corro accanto ai pacemaker e non è male come esperienza, si pensa meno , il gruppo tira e ci scappa pure qualche risata , quasi non guardi neanche il garmin.
Corro con la testa soprattutto ripensando ai messaggi del Coach " se senti dolore stoppa tutto" , purtroppo dopo la Maratona di Roma ho perso qualche allenamento per colpa di un dolore all'inguine e consapevolmente so che sarà dura fermarmi ma meglio una maratona mancata che settimane di stop durante la preparazione.
Corriamo in piena pianura padana , nella campagna padovana, il percorso non presenta difficoltà anzi , poche curve, lunghi rettilinei, il giorno che vorrò fare il tempo ci tornerò ;)
Passo la mezza in 1:45 scarsi, in perfetto orario e ho ottime sensazioni...le gambe sono sciolte e non ho dolori..
al 24 km come da routine ormai (Roma docet) uno sgrullone d'acqua per circa 30 minuti!! e se è vero il detto purtroppo non c'è 2 senza??
(saranno già attendibili le previsioni per Zurigo??)
con il completo zuppo e le scarpe divenute improvvisamente moon boot , continuo a correre...le grida dei Pacemaker hanno aiutato molto in quel momento, sembrava di rivivere una scena del Gladiatore , continuavano ad urlare "compatti rimaniamo compatti" come se la formazione "a testuggine" potesse risparmiarci dalla pioggia.
Al 30° km finisco la scorta delle tavolette gt enervit, e mi accorgo di aver perso il gel..sto a secco
33° km.. 
la sensazione è correre con qualcuno che di nascosto ti tira la maglia, ma è talmente impercettibile che neanche ti giri pe mandallo affanxxxo!! ma tanto basta a farti perdere metro su metro i palloncini..
dico la verità non mi metto minimamente in testa di seguirli...va bene così , allento il passo e continuo per la mia strada..
ora i km diventano piu' lunghi , fino ad ora il passo non ha mai superato i 5' da adesso la media diventerà 5'31..
Gli ultimi 3\4 km torniamo dentro la città, sul pavè , niente in confronto al Sampietrino romano, però allo stesso insidioso, riconosco qualche vicolo conosciuto in una serata ben diversa da oggi , quando l'essere atleta era una flebile fiammela dentro di me..
Ultimo km..stavolta ho l'energia di sprintare un pò..a Roma forse per godermela fino in fondo (caxxata!!) non ho neanche accennato ad un cambio ritmo..ma oggi sento di avercela e vado , vedo il gonfiabile dello start davanti a me , tra il pubblico riconosco mio padre che mi incita , gli faccio un sorriso e vado a prendermi la mia meritata seconda medaglia da maratoneta!!!
stop al tempo 3:36:03..2 minutini in meno di Roma!






video



2 commenti:

  1. Emozioni intense che solo questa gara ti da, grande Giò!
    ...manco i top runner prendono il taxi, molto meglio il treno come hai fatto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si devo confessare che è stato molto comodo ...sopratutto il bagno :D

      Elimina